Una nuova Figura Professionale si aggiunge al team multidisciplinare dell’Unità di Neuroriabilitazione.

L’Unita’ operativa di Riabilitazione Specialistica A (neuro riabilitazione) presso il 4° p. del DIMER dell’Ospedale San Raffaele,  offre 42 letti per pazienti che necessitano di riabilitazione intensiva neurologica, di questi 20 sono dedicati a pazienti con SM provenienti dal Reparto neurologico o dopo valutazione ambulatoriale presso il nostro Centro Sclerosi Multipla.

Tali letti sono seguiti da personale medico e infermieristico specializzato nella cura della SM.  Il percorso riabilitativo della durata di circa 3 settimane inizia con una riunione multidisciplinare in cui più figure professionali -neurologo, fisioterapista, caposala, psicologo, logopedista, terapista occupazionale, assistente sociale- partecipano al fine di progettare un piano riabilitativo individuale che tenga presente tutte le necessità riabilitative (motorie, cognitive, psicologiche, occupazionali) del paziente.

Tale lavoro viene monitorizzato durante il ricovero mediante valutazioni con scale clinico riabilitative internazionalmente riconosciute e sottoposto a verifica collegiale nelle riunioni multidisciplinari bisettimanali.

Nel progetto riabilitativo, per i pazienti che presentano le caratteristiche cliniche adeguate, rientra inoltre l’attivazione di tecniche riabilitative innovative come l’utilizzo della tossina botulinica  e la stimolazione magnetica transcranica cerebrale, grazie alla collaborazione dell’Unita’ di Neurofisiologia e del centro MAGICS.  L’utilizzo di tali metodiche è fonte anche di attività di ricerca clinica . Nella nostra Unita’ vengono inoltre studiati nuovi farmaci sintomatici per migliorare sintomi come la spasticità. la motilità e la sensazione di fatica (ad es. cannabinoidi, fampridina) e i meccanismi neurobiologici della plasticità cerebrale (fenomeno indispensabile per il recupero neurologico) e il ruolo della neuro riabilitazione su tali meccanismi grazie alla collaborazione con il Centro Analisi Biosegnali.

In questo ambito, da circa un mese, alla nostra unità operativa si è unita a tempo pieno la d.ssa Ilaria Mauri – logopedista – .

Come la logopedista può ulteriormente aiutare i nostri pazienti?

Il logopedista è il professionista sanitario che si occupa di problemi di deglutizione (disfagia ) e di comunicazione (disartria/afasia) voce, linguaggio, articolazione. Lavora in ospedale, nei centri di riabilitazione, in ambulatorio e anche a domicilio.

La presa in carico da parte del logopedista, viene attivata solo dopo visita medica, che evidenzia le eventuali difficoltà riscontrate.

Viene effettuata una valutazione delle funzioni di sua competenza (deglutizione, voce, linguaggio, articolazione) e viene poi elaborato un programma di intervento che può comprendere, per esempio: l’educazione e la formazione del paziente e dei suoi familiari alla gestione del problema, modifiche alla dieta, esercizi specifici per la funzione indagata e altro ancora.

La d.ssa Mauri è a disposizione dei pazienti che afferiscono al Centro SM dopo la valutazione da parte dei nostri neurologi di riferimento.